Roberto Vassallo, "Yerek Ashkhairi kirke- Il Libro delle tre croci", GME, 2007, P 250, € 10.00

Maria è una spigliata ragazzina armena che vive in Libano con una matrigna ed un padre invalido. I drammatici bombardamenti israeliani rendono consigliabile per lei un momentaneo esilio presso alcuni parenti londinesi. Questi gli avvenimenti concreti. Ma Maria è destinata ad esperienze più straordinarie. Grava su di lei la maledizione di antenate coinvolte negli inganni di Satana, maledizione che proprio a lei viene dato il compito di vanificare. Si troverà così a dover affrontare prove inquietanti, tra soprannaturali esperienze, esoterici enigmi, avventure extrasensoriali, viaggi in mondi paralleli.

Attorno a lei si muovono gli eroi della mitologia, i cavalieri della Tavola Rotonda, i danteschi traghettatori, gerarchi di demoni e di angeli, in un caleidoscopico susseguirsi di  situazioni.

Tutto questo avrà la sua conclusione nell’insegnamento che l’autore vuole evidenziare alla fine della sua ricerca spirituale. C’è una sola verità, un’unica realtà: la parola di Gesù, le indicazioni della Sacra Bibbia. Tutto il resto non è che l’illusione data da falsi miti, da minacce di ciarlatani, da suggestioni pagane.

Le vicende della giovane Maria si succedono a ritmo incalzante raccontate dalla protagonista, in forma di diario, con  spensierata ironia e un linguaggio adolescenziale.