Elise - Storia di Vardan e dei martiri Armeni - Città nuova editore, Roma, 2005, €16,00

Il legame tra fede e orgoglio nazionale. Radice delle vicende della chiesa armena il legame tra fede e orgoglio nazionale. Radice delle vicende della chiesa armena
La storia armena del V secolo è segnata da un evento decisivo per l’identità nazionale ed ecclesiale: la battaglia di Avarayr. Politicamente soggetti ai Persiani, gli Armeni si impegnano in una tenace resistenza nel momento in cui si vedono costretti a rinnegare la propria fede cristiana. Un esercito di valorosi capeggiati da Vardan Mamikonean viene alle armi con i Persiani il 2 giugno 451 presso Avarayr. «Colui che pensava che tenessimo la nostra fede cristiana a mo’ di vestito, ora sa che non può mutarla, come il colore della pelle, e forse non potrà farlo fino alla fine»: sono le parole scolpite nella memoria storica degli armeni con le quali Elise descrive lo stato d’animo dei guerrieri e che sottolineano il legame inscindibile tra fede e orgoglio nazionale. Nella Storia di Vardan, Elise - di cui sappiamo poco, probabilmente egli stesso impegnato nella battaglia - ripercorre gli eventi, offrendo una lettura in chiave storico-salvifica della lotta antipersiana. L’opera - di cui esiste solo una versione ottocentesca - è qui proposta in una traduzione italiana di agile lettura, ma che non perde la coloritura naif dell’originale.

www.cittanuova.it