Mario Massimo Simonelli “Il lungo inverno di Spitak”, Elmisworld, 2012, pp 232, Euro 16.00

Nel dicembre 1988, un violentissimo terremoto colpė la Repubblica Armena. Una intera regione fu rasa al suolo. Leggere questo testo porta a riflettere sull'entitā incalcolabile delle catastrofi cosė lontane da noi spazialmente ed emotivamente, a considerare i popoli altri non come una massa indistinta, ma come un insieme di volti e di voci. Gli eventi di quei lunghi mesi hanno cambiato per sempre il corso della vita di molti protagonisti, mentre il mondo intorno a loro era in profonda trasformazione. Questa č la storia di una rinascita.