NARDO' - Conto alla rovescia per i festeggiamenti in onore del Santo Patrono San Gregorio Armeno. Portadimare.it 12.02.2015

Tra le novitÓ dell’edizione 2015 la celebrazione delle vittime del terremoto del 1743 con un momento di raccoglimento e preghiera in piazza Salandra alle ore 17,30

Due convegni per l’edizione 2015, il 19 ed il 20 febbraio:

il 19 febbraio, giovedý, per non dimenticare la tragedia del genocidio armeno di cui quest’anno ricorre il centenario dall’inizio dello sterminio di massa. Organizzato dal Comitato Feste Patronali “San Gregorio Armeno” in collaborazione con il Rotary Club di Nardo e di Lecce.

il 20 febbraio, venerdýŞ per un approfondimento ed un confronto sui temi della promozione e lo sviluppo del territorio della Terra D’Arneo

Il Patrocinio Ŕ del Comune di Nard˛

Giovedý 19 febbraio, ore 17:00, Celebrazione della S. Messa Solenne presieduta da S. E. Mons. Domenico D' Ambrosio, Arcivescovo della Diocesi di Lecce

Alle 18:00, la Processione attraverserÓ le vie principali della CittÓ

Conto alla rovescia per i festeggiamenti in onore del patrono di Nard˛.

Il 20 febbraio Nard˛ tornerÓ a celebrare la sua “Festa” per eccellenza, quella in onore del suo Santo Patrono, San Gregorio Armeno. La cui santa mano ferm˛ il flagello del terremoto che la notte del 20 febbraio 1743 devast˛ Nard˛, mietendo molte vittime, per la maggior parte donne e bambini, di modesta estrazione sociale.

Da quell’evento, la narrazione. Che ha consentito a quel prodigio di rinnovare, sino ai nostri giorni, il suo significato e di conservare ben saldi, ancora oggi, senso e valore per un’identitÓ collettiva di cui la CittÓ Ŕ fiera. Da quella notte la CittÓ esprime la sua gratitudine ed i neretini venerano quel Vescovo venuto dall’Oriente come Patrono, tornando, nella ricorrenza di quella notte di terrore, al suo cospetto per ringraziare.

La narrazione intorno al prodigio si intreccia, ancora oggi, con quella di una Terra che, da secoli, coltiva il culto verso San Gregorio, vescovo dell’Armenia, terra flagellata, nelle viscere, dai terremoti e, nello spirito della sua Gente, dalla repressione, dalla violenza, dalla deportazione. Ed il legame tra Nard˛ e l’Armenia, torna ad essere un filo conduttore importante e irrinunciabile nella vocazione al dialogo tra Culture e Religioni diverse di cui la CittÓ Ŕ testimone.

Nell’edizione 2015 il culto tributato a San Gregorio si nutre e cresce cosý nel solco della nostra tradizione di Terra generosa, ospitale, accogliente. Il 24 aprile 2015 si ricorderÓ il centenario dall’inizio del genocidio armeno: Ŕ passato ormai un secolo da quando cominci˛ quello sterminio di massa che port˛ all’eliminazione fisica di un almeno 1.200.000 armeni dal territorio dell’impero ottomano.

Per non dimenticare anche la tragedia del genocidio degli armeni che ha segnato, un momento di profondo buio della ragione nella storia e di cui si rischia di perdere completamente il ricordo nel cammino delle generazioni, Nard˛ offre il suo contributo sul tema conconvegno di Studi in programma il 19 febbraioalle ore 10:00 presso il Chiostro dei Carmelitani dal titolo “ARMENIA; un Popolo e la sua Storia a 100 anni dal Genocidio” organizzato dal Comitato Feste Patronali “San Gregorio Armeno”   che si Ŕ adoperato - nonostante le difficoltÓ legate alla crisi economica – per organizzare i festeggiamenti solenni in onore del Santo Patrono, in collaborazione con i ROTARY Club di NARDO’ e LECCE e con il Comune di Nard˛.

Contributi e testimonianze rilevanti e soprattutto una qualificata presenza di ospiti eccellenti che segnerÓ l’arrivo in CittÓ di Plenipotenziari armeni e di personalitÓ di spiccato valore politico, sociale e religioso che saranno, per due giorni, ospiti della CittÓ.

Per la prima volta insieme, e grazie ad una efficiente macchina organizzativa attivata dal Comitato, saranno presenti nella nostra cittÓ, S.E. Dr.Sargis Ghazaryan, Ambasciatore della Repubblica d’Armenia presso la Repubblica Italiana, S.E. Mr. Mikayel Minasyan , Ambasciatore della Repubblica d’Armenia presso la Santa Sede, (accompagnato da una delegazione tra cui spicca il nome del Consigliere dell’Ambasciata, Mr. Vartan Karapetian, giÓ curatore della mostra “Armenia. Impronte di una CiviltÓ. 2011-2012), Mr. Rupen Timurian, Delegato Unione Armeni d’Italia – Regione Puglia ed il Prof. Baykar Sivazlyan, Docente presso l’UniversitÓ di Milano, nonchÚ Presidente Unione Armeni d’Italia.

Non poteva mancare tra tante eccellenze la Prof.ssa Isabelle Oztasciyan Bernardini, dell’UniversitÓ del Salento, Rappresentante a Lecce dell’Unione Armeni d’Italia nonchÚ Presidente del Rotary Club 2120 di Lecce. Anche il Rotary Club di Nard˛ partecipa all’evento con un contributo del suo presidente, Cesare Sabato, che aprirÓ i lavori del convegno giovedý 19 febbraio. Altri graditi ospiti saranno alcuni religiosi del “Monastero Mechitarista di S. Lazzaro” di Venezia, tra cui Padre Panos Kechichian e due diaconi Sarkis Sarkisyan e Zakevos Grigoryan che terranno una celebrazione con Rito Liturgico Armeno il 17 febbraio 2015 alle ore 18:00 presso la Chiesa Cattedrale di Nard˛, Saranno presenti inoltre il Sindaco di Fiorano Modenese Prof. Francesco Tosi, l’Assessore alla Cultura del Comune da anni gemellato con Nard˛, dr.ssa Morena Silingardi ed il dr. AngeloGesualdi, componente del Consiglio Comunale di Fiorano.

Il Convegno di Studi dal titolo “ARMENIA; un Popolo e la sua Storia a 100 anni dal Genocidio” in programma per il 19 febbario alle ore 10.00 presso il Chiostro dei Carmelitani vede il seguente programma:

-       Prof.ssa Isabelle Oztasciyan Bernardini, UniversitÓ del Salento – Rappr. Lecce Unione Armeni d’Italia – Presidente Rotary Club 2120 - Lecce.

-       Mr. Rupen Timurian, Delegato Unione Armeni d’Italia – Regione Puglia.

-       Prof. Baykar Sivazlyan, UniversitÓ di Milano – Presidente Unione Armeni d’Italia.

ConcluderÓ S. E. Dr. Sargis Ghazaryan,Ambasciatore della Repubblica d’Armenia presso la Repubblica Italiana, con un suo intervento dal titolo: “Il centenario del Genocidio Armeno (19152015): tra memoria e riconciliazione”.

Il convegno sarÓ introdotto dal Dr. Cesare Sabato, del ROTARY CLUB Nard˛ e dal Sindaco di Nard˛, Avv. Marcello Risi.

CoordinerÓ i lavori l’arch. Giancarlo De Pascalis, responsabile per le AttivitÓ Culturali e per i Rapporti Internazionali del Comitato S. Gregorio Armeno, che dagli anni della sua presenza come Vicesindaco di Nard˛ ha fortemente rafforzato i Rapporti internazionali con l’Ambasciata della Repubblica d’Armenia, e che in questi anni si Ŕ distinto nel suo ruolo di Consigliere Comunale per aver proposto la Delibera del Consiglio Comunale di Nard˛ per il riconoscimento del Genocidio Armeno da parte della cittÓ, nel 2012.

Come abbiamo giÓ detto, l’importanza dell’evento in calendario a Nard˛ il 19 febbraio, porterÓ in CittÓ anche l’Ambasciatore della Repubblica d’Armenia presso la Santa Sede, S. E. Mr. Mikayel Minasyan , accompagnato dalla moglie Mrs. Anush Minasyan, dalla di lui madre, Mrs. Armine Hasratyan , e dal Consigliere dell’Ambasciata, Mr. Vartan Karapetian, curatore della mostra “Armenia. Impronte di una CiviltÓ. 2011-2012”.

Nel pomeriggio di Giovedý 19 febbraio,alle ore 17:00 seguirÓ la Celebrazione della S. Messa Solenne presieduta da S. E. Mons. Fernando Filograna, Vescovo della Diocesi di Nard˛-Gallipoli, alla presenza delle autoritÓ civili e religiose, nonchÚ delle autoritÓ internazionali presenti. E alle ore 18.00 seguirÓ la solenne processione che attraverserÓ le vie principali della CittÓ.

Il giorno successivo, venerdý 20 febbraio Ŕ in programma, organizzato dal Comitato con la collaborazione del G.A.L. TERRA d’ARNEO, il Convegno su “Promozione e sviluppo di un territorio: la Terra D’Arneo”, cui parteciperanno:

-       Cosimo Durante, Presidente GAL “Terra d’Arneo”;

-       Gabriella Battaglia, Rappresentante I.A.T. Nard˛;

-       Albertino Sanasi – Presidente Oleificio Cooperativo R.F. di Nard˛.

Il convegno sarÓ introdotto dal Vice- Sindaco di Nard˛, Carlo Falangone e sarÓ coordinato dal Dr. Cosimo CAPUTO, Presidente del Comitato S. Gregorio Armeno

Tra le novitÓ dell’edizione 2015 la celebrazione delle vittime del terremoto del 1743.

Alle ore 17:30 di venerdý 20 febbraio (l’orario Ŕ quello nel quale avvenne il terremoto del 1743) – Piazza Salandra sarÓ testimone di un momento di raccoglimento e di preghiera alla memoria delle vittime del sisma. SarÓ l’occasione per esprimere vicinanza e per un momento di riflessione e preghiera per le vittime del genocidio del Popolo Armeno, in occasione del 1░ Centenario dello sterminio (1915-2015). Le campane della Cattedrale sottolineeranno il momento con 100 rintocchi.

Nella mattinata del 20 febbraio prevista anche l’esibizione per le vie del Centro Storico del “Nuovo Concerto Bandistico - TERRA d’ARNEO” della CittÓ di Nard˛.

Mentre dalle 19:30 in poi saranno graditi ospiti e intratterranno la popolazione il gruppo musicale CAFE’ CHINASKI  il cantante e MARCO FERRADINI. Ospite d’Onore: il comico PIPPO FRANCO da “Il Bagaglino” di ROMA.

 

SAN GREGORIO - Programma e ospiti: dagli ambasciatori armeni a Pippo Franco