Armenia rompe con Turchia, stop accordi. Ansa 16.02.2015

Ierevan accusa Ankara di insistere in negazionismo su genocidio

 

(ANSA) - MOSCA, 16 FEB - Il presidente armeno Serzh Sargsian ha deciso di ritirare dal parlamento gli accordi mai ratificati sulla normalizzazione delle relazioni bilaterali tra Armenia e Turchia firmati sei anni fa a Zurigo. Sargsian ha accusato Ankara di "distorcere lo spirito e il significato degli accordi" e di aver dato nuovo impulso "alla politica negazionista" alla vigilia del centennale del massacro di centinaia di migliaia di armeni cristiani nella Turchia di fine epoca ottomana.


Turchia: Armenia blocca ratificazione accordo

Di Roberta Papaleo il 16 febbraio 2015

 (Agenzie). Il presidente armeno Serge Sarkisian ha dichiarato di aver chiesto al parlamento armeno di ritirare la sua firma da un accordo con la Turchia risalente al 2009 e mirato alla normalizzazione delle relazioni tra i due Paesi. Sarkisian ha affermato che non andrÓ avanti con l’accordo a causa delle “precondizioni” che la Turchia ha imposto prima della ratifica.

Di recente, il ministero degli Esteri turco aveva invitato Erevan a ritirare le sue forza dalla regione di Nagorno-Karabakh, zona contesa tra l’Armenia e l’Azerbaijan, alleato della Turchia.


Turchia: male stop Armenia a processo normalizzazione

Erevan ha annunciato ritiro da processo di ratifica

Roma, 17 feb. (askanews) - La Turchia ha espresso oggi dispiacere per la decisione dell'Armenia di bloccare il processo di ratifica degli storici accordi di normalizzazione dei rapporti firmati nel 2009. A dividere Ankara ed Erevan resta la diversa valutazione sui fatti del 1915, quando - nella versione di Erevan - le forze ottomane misero in pratica un genocidio contro gli armeni, mentre Ankara ritiene questo giudizio esagerato.

"Noi non approviamo la posizione dell'Armenia, la giudichiamo sbagliata e deprecabile" ha commentato il portavoce del ministero degli Esteri turco Tanju Bilgic nel suo quotidiano punto stampa, accusando Erevan di voler usare il centenario degli avvenimenti per "creare una scusa per accusare la Turchia".

In una lettera indirizzata al presidente dell'assemblea locale, il presidente armeno Serzh Sarkisian ha annunciato il ritiro dei "protocolli di Zurigo", la lista degli accordi da ratificare, deplorando "l'assenza di volontÓ politica del governo turco".