Il Pontificio Collegio Armeno di Roma

Il Pontificio Collegio Armeno di Roma ha festeggiato il centesimo anniversario della sua nascita nel 1983. Dopo una breve esperienza nel 1584, esso fu istituito da Papa Leone XIII con il Breve "Benigna hominum parens" e fu inaugurato solennemente il primo di novembre del 1883 con la messa del Protettore, nella persona del Cardinale A. Hassun. Nei primi cento anni della sua vita, il Collego ospitò circa 270 alunni, dei quali 160 diventarono sacerdoti; di questi, tre diventarono patriarchi e diciannove vescovi ed arcivescovi. Cinque furono inoltre i Sinodi della Gerarchia Armena ospitati dal collegio, precisamente negli anni tra il 1911 e il 1984.

 Tra gli anni 1939-1943 veniva   eretta la sede odierna del Collegio, adiacente alla chiesa, sotto la supervisione di Mons. Gregorio Ingeian. L'otto luglio 1961, grazie ad una donazione del Cardinale Agagianian, veniva inaugurata la Nuova Biblioteca del Collegio Armeno, a completare il lavoro di organizzazione delle strutture interne del Collegio. La gerarchia del Collegio prevede oggi un Rettore, un Vicerettore, un Amministratore ed un Padre Spirituale: a loro sono affidati il mantenimento della struttura e la responsabilità nei riguardi dei seminaristi che intraprendono in Italia il loro percorso di studio in vista del sacerdozio.

Facciata della Chiesa di S. Nicola da Tolentino

La chiesa barocca di San Nicola da Tolentino, fu eretta intorno  alla metà del '600 su progetto dell'architetto milanese Carlo Buzzi, progetto che andava a sostituire la piccola costruzione voluta nel 1606 da Padre Agostino Maria degli Agostiniani Scalzi. Rimasta di proprietà dei Padri Agostiniani fino al 1870, la chiesa passò per un breve tempo alle Suore Battistine, per essere poi concessa dal Pontefice Leone XIII al Pontificio Collegio Armeno da lui fondato.

Il Collegio e la chiesa sono stati nel tempo un punto di riferimento importante per la popolazione armena della Capitale, e la struttura ecclesiastica ha assolto il compito di raccogliere attorno a sé i fedeli  abitanti in città, svolgendo così anche la funzione di una vera e propria parrocchia. Molte sono le attività di questa struttura, che spaziano dagli ambiti religiosi a quelli  di carattere sociale. In primo luogo presso la chiesa di San Nicola da Tolentino viene celebrata settimanalmente la messa secondo il rito armeno; Questa opportunità di raduno settimanale si allarga ad aspetti che esulano dal contesto prettamente religioso: il Collegio apre le sue porte per un piccolo rinfresco domenicale, che diventa l'occasione per lo sviluppo di una serie di relazioni sociali, e offre la possibilità di un contatto diretto tra il corpo ecclesiastico ed i membri laici della Comunità.  In questo senso il Collegio svolge una prima importante funzione sociale: rivelandosi come primo momento di accoglienza, come prima meta  per gli armeni che arrivano a Roma.

e-mail  rettore@pontificiocollegioarmeno.org   

 

www.pontificiocollegioarmeno.org