Poesie di Sona Baghdassarian "Ricordi"- "Paura"- "Ricerca". (Akhtamar On -Line).  

PASSIONE

Una vibrazione folgorante

mista di dolcezza e frenesia,

dalle orecchie allo stomaco,

alle punte delle dita.

Una scossa che dà vita

alla psichedelia dei sensi,

pervade i timpani e batte

con violenza esplosiva

Arde di musica la notte,

così bella che fa male;

la mente libera dal mondo,

nel cuore il frastuono della vita

 

23:18

Nero,

invalicabile pendio,

buio eloquente e protettivo,

prigione vellutata, dimensione incommensurabile;

cecità che porta alla chiarezza.

 

TERRA LONTANA

Danze di piume colorate

dove la neve si posa sull’oro

e la sorgente primitiva

non ha mai smesso di scorrere

sotto una pioggia di fuoco.

Là, dove la terra è Dio,

la lingua un caleidoscopio di suoni,

vibrano canti di gioia

sui volti scavati e nei ventri bruciati,

nelle anime dei pastori.

L’ombra di un rito ancestrale

scoppia nei lucidi occhi nascenti,

fertili campi di agonia,

spiriti eredi di mani guaritrici;

nell’aria, urla e melodia

 

EQUATORE

Vedo bellezza primordiale nelle iridi del sud:

eloquenti, profondi pozzi di pece lucente.

                                                                                     

 

Indice

akhtamar@comunitaarmena.it