Festa dell'Epifania e del Natale Armeno a Roma 6 gennaio 2005 (Akhtamar On-Line)

Grazie per questa bellissima giornata….Grazie per questi bei momenti…. Parole di ringraziamento sincero.

Si è concluso così il ventesimo tradizionale pranzo dell’Epifania e del Natale Armeno avuto luogo a Roma presso il secolare Pontifico Collegio Armeno.

 

La giornata è iniziata con la celebrazione della Santa Messa Solenne in Rito Armeno  Presieduta da Monsignor Hovsep Bezezian, Rettore del Pontificio Collegio Armeno. Era presente anche L’Ambasciatore Armeno Dr. Gaghik Baghdassarian con la Consorte e la figlia.

 

La grande Chiesa di S. Nicola da Tolentino, donata insieme al Pontificio Collegio Armeno da Papa Leone XIII agli armeni, sembrava stringersi, come per ogni occasione importante,  man mano che i fedeli la riempivano.  Il 6 gennaio è una data importante per gli armeni della capitale e lo si  capisce dall’affluenza e dal numero dei partecipanti. Anche chi, per svariati motivi, è impossibilitato a frequentare periodicamente la Chiesa, non è mancato all’appuntamento.

 

Oltre ai numerosissimi armeni erano presenti alcuni italiani attratti dalla solenne liturgia armena e del tradizionale rito del Battesimo di Gesù che, quest’anno, ha avuto come Padrino il piccolo Gabriele D’aiuto.

 

Al termine della Santa Messa è stato toccante l’invito del Rettore rivolto ai

membri della piccola Comunità Armena romana a dimostrare la loro vicinanza alle vittime del maremoto asiatico, “così come”, ha ricordato, “un po’ di anni fa il mondo è accorso per curare le nostre ferite in occasione del terribile terremoto avvenuto in Armenia”, ed ha annunciato che per l’occasione è stato predisposto un tavolo all’ingresso della Chiesa per la raccolta dei fondi, i quali, insieme anche alla “questua”, saranno destinati alle popolazioni asiatiche per il tramite della Conferenza Episcopale Italiana.

 

Dopo il rituale scambio degli auguri tutti i presente sono stati invitati ad un pranzo offerto dalla Direzione del Collegio in collaborazione con il Consiglio per la Comunità Armena di Roma. Il tutto si è svolto nel solito ambiente amichevole e familiare con l’immancabile “estrazione”  i cui proventi sono stati devoluti alle popolazioni asiatiche e la sorpresa finale per i bambini con la presenza di un insolito “Babbo Natale” caduto per sbaglio in mezzo alla festa e che ha divertito grandi e piccini con giochi di prestigio  e di magia.

 

Per l’occasione  è stato distribuito anche il nono numero del periodico dei giovani della Comunità Armena di Roma “Akhtamar” che ha accolto grande successo ed entusiasmo

 

 

Indice

 

akhtamar@comunitaarmena.it